Sociale

Stabilimento di Robilante (CN), Valli in musica anche in Buzzi Unicem

Importante partecipazione attiva al progetto “Valli in musica” inserito nel piano triennale dell’istituto comprensivo di Robilante. L’istituto ha acquistato circa 80 tastiere a 4 ottave in sostituzione del flauto dolce, non più utilizzabile causa Covid, e per il terzo anno ha portato avanti il progetto di musica. Con la fine della pandemia sono stati organizzati dei concerti per ringraziare le famiglie del sostegno dato e permettere agli studenti di dimostrare quanto appreso. Buzzi Unicem ha messo a disposizione lo spazio dell’anfiteatro presso il Centro Sociale Luigi Buzzi per la giornata del concerto del 30 maggio dove circa 80 studenti della primaria e secondaria di Robilante si sono esibiti nella performance musicale di fine anno davanti ad insegnanti e famiglie.

Stabilimento di Fanna (PN), Corso di formazione in stabilimento sull’uso del defibrillatore in collaborazione con Croce Rossa Italiana Maniago e Comune di Fanna

Il comune di Fanna e la Croce Rossa Italiana di Maniago, in collaborazione con Buzzi Unicem, hanno proposto alla cittadinanza un corso di formazione sull'uso del defibrillatore di 5 ore, 2 ore di teoria e 3 ore di pratica, per ottenere un attestato con validità europea. Il corso è stato preceduto da una serata informativa presso la sala Eldorado del comune di Fanna che ha visto la partecipazione di numerose persone interessate. All’incontro ha partecipato anche il Direttore di Stabilimento Paolo Maggi, il quale ha sottolineato quanto questi progetti siano importanti per la collettività e quanto l’Azienda sia orgogliosa di farne parte.

La giornata si è svolta il giorno 21 maggio 2022 con la presenza di due medici professionisti e diversi cittadini.

Stabilimento di Monselice (PD) , Progetto artistico “Paesaggi Immaginari” con ALIdARTE e ASS. A.D.I. Down Euganea

Il progetto “Paesaggi Immaginari” è nato dall’idea di stimolare la manualità e la fantasia sperimentando tecniche artistico-espressive con ragazzi e ragazze dell’associazione A.D.I. Down. Il laboratorio prevede l’assemblaggio dei materiali di recupero, al fine di liberare la creatività ed esprimere le proprie emozioni all’interno della fabbrica. Partendo da questo intento è stata instaurata la partnership  con Cristina Masiero, esperta di laboratori artistico-espressivi, che collabora con noi da alcuni anni e che ha visto negli spazi dello stabilimento l’ambiente adatto per realizzare attività per ragazzi che mirano all’inclusione sociale. Il percorso di 10 incontri, di un’ora e mezza ciascuno, ha prodotto tra la fine del 2021 ed i primi mesi del 2022 la realizzazione di alcune opere, tra cui un’installazione da parete da collocare in forma permanente negli spazi dello stabilimento. Lo scopo è stato quello di attuare un percorso che stimoli la fantasia e diventi un mezzo attraverso il quale ogni partecipante può scoprire la propria creatività, valorizzare le proprie autonomie e rendere il proprio lavoro prezioso per tutta la comunità. La proposta nasce da una profonda convinzione: l’arte è forza creativa e soprattutto un mezzo per conoscere sé stessi ed avere fiducia nelle proprie capacità.

Educativo

Stabilimento di Robilante (CN), Focus sul ripristino ambientale e formazioni boschive per futuri periti agrari

Grazie alla convenzione firmata nel 2019 con l'Istituto Professionale per l'Agricoltura Carlo Ubertini di Caluso (TO), la società si è impegnata anche quest’anno a fornire a 2 classi della scuola la possibilità di visitare lo stabilimento di Robilante e l'oasi naturalistica del Ceretto, focalizzandosi principalmente sul ripristino ambientale e sulle formazioni boschive circostanti, attraverso alcuni percorsi di approfondimento riguardanti gli aspetti naturalistici, sia in termini di impatto sia di gestione ambientale, di queste due attività.

L’impegno ha compreso anche la realizzazione di due ulteriori giornate formative presso l’Istituto.

Lo scorso aprile, una classe IV e una classe V, provenienti dall’indirizzo “Gestione delle risorse forestali e montane”, hanno preso parte all'uscita didattica organizzata presso la cava di scisto di Robilante. Si tratta del terzo incontro sul campo, frutto della collaborazione con la scuola che ha visto un’alternanza di lezioni in classe e visite guidate.

Durante il tragitto in cava è stato spiegato ai ragazzi il metodo di coltivazione e di ripristino della stessa, attività ben visibili dai vari punti di osservazione. Deviando nel bosco si è poi entrati nel vivo della giornata, attraversando castagneti e acereti, spiegando di cosa trattano il miglioramento e la compensazione boschiva. Gli argomenti e gli spunti trasmessi sono stati tanti, con l'aggiunta delle variegate domande dei futuri periti agrari.

Dopo il pranzo al sacco, rientrati nel bosco, è stato chiesto ai ragazzi di dividersi in 10 piccoli gruppi per fare una vera e propria simulazione: osservare il verde e compilare una scheda tecnica. Gli studenti sono stati colti da grande euforia, in quanto i vari gruppi hanno dovuto applicare tutte le loro nozioni imparate sui banchi di scuola. Venti minuti magici in cui i ragazzi si sono sentiti Indiana Jones nel mezzo di una caccia al tesoro!

Culturale

Sede di Casale Monferrato (AL) – Progetto artistico culturale Paraboloide

È stata inaugurata nel pomeriggio di venerdì 20 maggio, all'interno del Paraboloide di Casale Monferrato, VICE VERSA, l’installazione  artistica nata dalla collaborazione tra l’artista Alfredo Pirri, il film-maker e musicista Pietro Leone e la curatrice e critica d’arte Helga Marsala. L’origine di tale produzione artistica ha visto il coinvolgimento di alcuni collaboratori dello Stabilimento di Augusta che hanno trascorso due giorni di dialogo con i linguaggi l’arte. L’evento, promosso dall'associazione culturale Il Cemento, in collaborazione con il Comune di Casale Monferrato, ha suscitato per la sua unicità, l’interesse di numerosi soggetti, in primis di molti cittadini nel corso di tutto il week end.

L’arte di VICE VERSA, partita dallo Stabilimento di Augusta, è arrivata a Casale Monferrato per aprire le porte del Paraboloide, noto per il suo valore storico e architettonico e per il legame tra il cemento e il territorio di cui ne è storia. Un’occasione per avviare un percorso di rivitalizzazione e trasformazione in una struttura polifunzionale e centro culturale. Sono stati l’arch. Ramello, responsabile del progetto di rigenerazione, e la dott.ssa Consolata Buzzi, per l’Associazione del Cemento, a illustrare il piano pensato per questo percorso evolutivo nei prossimi anni.

Secondo Alfredo Pirri e Helga Marsala, per comprendere il significato dell’opera, bisogna partire dalle sue origini, dove attraverso pavimenti di specchio infrangibile, scheggiati dai passi dei suoi performer, e da grosse sfere in pietra di catapulta, è stato reinventato un luogo - caratterizzato da una storia e identità molto forte - e i suoi spazi con una diversa prospettiva. Qui il concetto di ‘avanguardia’ risalta, evidenziando come lo sguardo verso il futuro sia necessario soprattutto al fine di comprendere il passato. Con quest’opera sono stati uniti due ‘teatri’, il castello e la fabbrica, dove le immagini e i suoni raccolti ci fanno immergere in queste due realtà per uscirne con una prospettiva nuova, in continuo “passaggio dal sapere, al comprendere, al sentire e viceversa dal sentire, al comprendere, al sapere”.

Buzzi Unicem, ha fortemente voluto questa iniziativa – conclude Antonio Buzzi – sia per valorizzare un’opera artistica, in cui sono direttamente coinvolti i nostri collaboratori dello Stabilimento di Augusta, sia per rappresentare in maniera tangibile come arte e industria, fondendo insieme le loro diverse nature, possano generare nuovi spazi di riflessione, attivare nuove sensibilità, fornendo spunti di riflessione e miglioramento, nonché occasioni di innovazione.

Stabilimento di Guidonia (RM) - La Cementeria di Guidonia entra nel circuito del “Turismo Industriale”

Dopo la presentazione del progetto alla BIT di Milano, grazie alla Agenzia di Viaggi Clematis – nostra collaboratrice in questo progetto - abbiamo avuto il piacere di ospitare in visita una classe dell'Istituto “Maestre Pie dell'Addolorata” di Roma con 14 alunni e 2 docenti accompagnatori.

Il tour di due giorni prevedeva nella prima giornata la visita di Tivoli, Villa Adriana e il Santuario di Ercole Vincitore, mentre la seconda giornata è stata dedicata alla visita della Cementeria durante l’intera mattinata e alla visita del museo Rodolfo Lanciani a Montecelio nel pomeriggio.

Oltre all’illustrazione del ciclo produttivo del cemento con visita dei vari reparti, gli alunni hanno potuto cimentarsi in attività di laboratorio, realizzando personalmente oggetti in malta cementizia che hanno poi portato a scuola per terminare l'attività di decorazione.

La parte più divertente della giornata è stata la visita della nostra piccola fattoria didattica dove i bambini hanno avuto l'opportunità di stare a contatto con asinelli e caprette messi a disposizione dal titolare dell'azienda agricola ospitata nella nostra proprietà, il quale ha illustrato loro l'arte della pastorizia.

Stabilimento di Monselice (PD), Progetto “Spazio ai giovani. Irruzioni artistiche in città e dintorni”

Buzzi Unicem ha con piacere sostenuto il progetto dell’associazione culturale Fantalica di Padova “Spazio ai giovani”. L'obiettivo principale è stato quello di promuovere la rigenerazione del territorio della Bassa Padovana attraverso la creatività dei giovani residenti di età compresa tra i 15 e i 25 anni. Il tutto è iniziato nel 2021 con il concorso di idee “Sfide” che ha visto la partecipazione di numerosi ragazzi che hanno presentato i loro progetti di riqualificazione urbana, selezionati poi da una giuria di esperti che ha valorizzato le migliori idee.

Nel 2022, nel contesto di “Azioni festival”, il giorno giovedì 5 maggio, lo stabilimento di Monselice ha accolto 50 studenti dell'Istituto Salesiano Manfredini di Este. I ragazzi accompagnati da alcuni insegnanti, in mattinata, hanno avuto l'occasione di visitare lo stabilimento e scoprire l'intero ciclo produttivo del cemento mentre nel pomeriggio hanno incontrato il fotografo Francesco Munaro e hanno affrontato il tema “IL RAPPORTO TRA UOMO E AMBIENTE NATURALE. COME DOCUMENTARLO ATTRAVERSO LA FOTOGRAFIA”. Il giorno seguente, venerdì 6 maggio, le protagoniste, invece, sono state la fotografia e la musica. Si è infatti inaugurata la mostra fotografica personale del giovane artista Stefano Mallqui, che rappresenta sicuramente uno sguardo fresco, attento e curioso su quanto realizzato per il territorio con questo progetto a partite da giugno 2021. Dopo la presentazione, un trio di giovani musiciste della scuola di musica il Cenacolo di Villa Estense, nato per promuovere la creatività e i talenti della zona, si è esibito con un piccolo concerto.

Sportivo

Stabilimento di Monselice (PD), Buzzi Unicem si è impegnata a collaborare con la squadra di pallacanestro Virtus Basket Padova per importanti progetti

A marzo del 2022 è stato siglato un importante accordo di partenariato tra la squadra di pallacanestro Virtus Basket Padova e Buzzi Unicem, due realtà accomunate dagli stessi ideali. La nostra Azienda si è così impegnata a sostenere il club padovano nero-verde, prendendo attivamente parte alle iniziative programmate nel prossimo futuro.

“Condividendo una passione comune, siamo lieti di contribuire attivamente ad un progetto ambizioso e innovativo, che va oltre la tradizionale sponsorizzazione, convinti dell’importanza di sostenere i giovani nel loro percorso di crescita, in particolare dopo l’uscita dal contesto pandemico” ha commentato Antonio Buzzi, Chief Operating Officer Cemento Italia di Buzzi Unicem.

Tutto parte con una serata organizzata in stabilimento a Monselice e con la presentazione del progetto alle squadre del territorio, condividendo con i vari attori la politica di dialogo con gli stakeholder che Buzzi Unicem sta portando avanti da diversi anni in vari ambiti sociali.

L’incontro si è concluso con un importante “save the date” per il 29 maggio 2022, giorno in cui è stata organizzata una domenica all’insegna dello sport e del divertimento con il primo “AEuganeus Basketball Party”, un evento sportivo che ha visto la partecipazione di oltre cento mini-cestisti provenienti dalle diverse società della Bassa padovana che si sono sfidati per tutta la giornata a colpi di canestro nei 4 campi allestiti appositamente per loro nel reparto insacco.

Le famiglie degli atleti hanno potuto seguire dagli spalti i ragazzi durante le partite e non solo: agli oltre 350 presenti è stata data l’opportunità di visitare l’impianto, guidati dal nostro staff, per conoscere meglio il ciclo produttivo del cemento. Accompagnati con un pulmino, adulti e bambini, sono entrati all’interno dei depositi delle materie prime, hanno visitato il laboratorio chimico ed il forno didattico.

Al pomeriggio, gli ospiti hanno anche assistito a due esibizioni dei Tamburini dell’Augusta Contrada di Marendole, gruppo che per diversi anni è stato premiato come miglior ensemble di tamburi nel corteo storico del Palio di Monselice. È stato inoltre possibile partecipare ad alcuni laboratori creativi con la bravissima Carolina Guzman dell’Associazione culturale Alidarte, nostro partner da alcuni anni.

Tutti i partecipanti hanno apprezzato l’organizzazione e l’accoglienza che Virtus Basket Padova e lo stabilimento hanno offerto.

Il capitano della prima squadra “Antenore Energia Virtus Padova” Federico Schiavon, il playmaker dell’Umana Reyer Venezia Andrea De Nicolao e il presidente di Assindustria Venetocentro Leopoldo Destro hanno presenziato all’evento.

La giornata si è conclusa con un “Quizzone” per i più piccoli sul ciclo di produzione del cemento, una gara di beneficienza di tiro al canestro per gli adulti e con un caloroso arrivederci al prossimo anno!