Archivio news - heading

Elementi Navigazione

2021

La gestione ambientale di Stockertown, PA
15 dicembre 2021

La gestione ambientale di Stockertown, PA

Dal 2013, il Wildlife Habitat Council (WHC) assegna alla cementeria di Stockertown un certificato quale riconoscimento per il notevole impegno e le risorse dedicate alla valorizzazione e conservazione dei diversi habitat presenti sui terreni aziendali, nonché alle relative attività di divulgazione e informazione. 
Nella proprietà della cementeria vi sono vaste aree di terreno dedicate a prati e stagni, ruscelli e  frutteti. Ogni anno, queste aree vengono visitate da diversi gruppi di studenti delle scuole medie e superiori della Pennsylvania per seguire lezioni specifiche con indirizzo STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics). Queste visite sono anche parte integrante dei corsi AP (Advanced Placement) locali e dei corsi di scienze delle scuole secondarie. 
L'obiettivo è quello di rendere gli studenti più consapevoli di quanto sia importante la tutela del territorio e degli habitat locali, e di suscitare il loro interesse nei confronti di percorsi lavorativi riguardanti i diversi aspetti legati all'ambiente.

Grazie al programma di conservazione ambientale sviluppato presso la cementeria di Stockertown, situata nella Lehigh Valley in Pennsylvania, sono state create diverse iniziative per l'insegnamento delle materie STEM. 
l progetto è stato di recente riconosciuto quale “Success Story” da parte del Wildlife Habitat Council. Per saperne di più: https://bit.ly/30J8epG

1991 – 2021 trent’anni di storia della Premix
03 dicembre 2021

1991 – 2021 trent’anni di storia della Premix

Il 16 ottobre è stato festeggiato il trentesimo anniversario di attività della Premix SpA, alla presenza di oltre 100 invitati.
La cerimonia è iniziata con la visione di un video celebrativo dei 30 anni di storia dell’Azienda. Il saluto del Direttore Vincenzo Di Domenico è stato seguito dagli interventi dei tre rappresentanti dei soci fondatori: Buzzi Unicem, Calce La Ferla e TeamNetWork.
La società Buzzi Unicem è stata rappresentata da Luigi Buzzi, Direttore Tecnico di gruppo, che nel suo messaggio di saluto si è soffermato “sull’importanza del mondo dei premiscelati e sulla continua ricerca ad essi collegata”. Per la famiglia La Ferla ha preso la parola Leone La Ferla che ha ricordato “i primi momenti di storia dell’Azienda e l’inaugurazione”. Per TeamNetWork è intervenuto Alessandro Di Stefano che si è invece soffermato “sulla priorità che l’Azienda ha sempre riservato ai clienti, fortemente fidelizzati grazie alla qualità dei propri prodotti, unita ad un servizio sempre mirato alla piena soddisfazione”.
Infine, il Presidente di Premix, Giovanni Caire, ha ricordato “le fasi iniziali della costruzione della fabbrica da lui personalmente seguite e il continuo miglioramento della produzione, con oltre cento prodotti a catalogo”.
Alla cerimonia ha partecipato anche il Presidente di Confindustria Siracusa, di cui Premix è socia nella Sezione Cemento, Calce e Gesso.

Centesimo Anniversario per Salonit Anhovo
19 novembre 2021

Centesimo Anniversario per Salonit Anhovo

A settembre di quest’anno, la cementeria slovacca di Salonit Anhovo ha festeggiato il suo centesimo anniversario. L’impianto, avviato nel mese di maggio del 1921, produce attualmente circa 1 milione di tonnellate di cemento all’anno.
L’azienda sta sviluppando un percorso a sostegno della transizione verde nell’industria del cemento con determinazione e trasparenza. Gli investimenti nelle ultime tecnologie avranno un impatto positivo sull’impronta ambientale e in particolare sulla riduzione dei parametri di emissione. Entro il 2025 l’azienda prevede di introdurre nuove soluzioni che porteranno a una riduzione del 15% dell’impronta di carbonio e al dimezzamento delle attuali emissioni di NOx. 

Ndr: Buzzi Unicem detiene il 25% di Salonit Ahnovo, società controllata al 75% dal gruppo Wietersdorfer

Certificazione ENERGY STAR a Chattanooga, per il 13mo anno consecutivo
19 ottobre 2021

Certificazione ENERGY STAR a Chattanooga, per il 13mo anno consecutivo

La cementeria di Chattanooga, TN ha ottenuto nuovamente la certificazione ENERGY STAR® dalla US Environmental Protection Agency (Agenzia per la Protezione dell'Ambiente), per le ottime prestazioni energetiche realizzate, rispetto a fabbriche operanti nello stesso settore. L’assegnazione della certificazione indica che le aziende premiate rientrano nel primo 25% degli stabilimenti analoghi, a livello nazionale.
Chattanooga riceve il riconoscimento ENERGY STAR per il 13mo anno consecutivo. Gli impianti premiati sono in grado di soddisfare gli elevati requisiti richiesti, con risparmi dal punto di vista energetico ed economico rispetto a quelli simili, contribuendo in modo importante alla salvaguardia dell'ambiente. 
Da oltre 20 anni il programma ENERGY STAR dell'EPA è sinonimo di risparmio energetico e protezione ambientale. Oggi migliaia di proprietari e gestori di fabbriche adottano gli standard ENERGY STAR per migliorare il rendimento energetico dei loro edifici ed impianti.

Nuovo laboratorio tecnologico per Buzzi Unicem
27 settembre 2021

Nuovo laboratorio tecnologico per Buzzi Unicem

Nel 2019 Buzzi Unicem e l’Università del Piemonte Orientale (UPO) - sede di Vercelli - hanno sottoscritto un accordo per accrescere le conoscenze nel settore dei materiali da costruzione e collaborare allo sviluppo di soluzioni innovative. 
La nostra azienda opererà nei moderni spazi del campus UPO a Vercelli, svolgendo attività di Ricerca & Sviluppo, analisi chimiche, fisiche e strumentali, in un contesto dinamico e stimolante, contribuendo così anche alla crescita culturale e scientifica di studenti e docenti. L’accordo ha l’obiettivo di sfruttare le sinergie tra la ricerca di base, tipica del mondo accademico, e l’approccio applicativo del settore industriale. UPO potrà così incrementare la proposta formativa sulla scienza e tecnologia dei materiali, offrendo a studenti e ricercatori esperienze di studio e lavoro nel contesto aziendale.
Per il nuovo laboratorio è stato scelto il brand “Built, che si può declinare con l’acronimo Buzzi Unicem Innovation Lab and Technology. Il brand Built è graficamente versatile e può essere valorizzato su numerosi supporti di comunicazione. 
In un mercato sempre più orientato alla sostenibilità, dove imprese e consumatori dimostrano una crescente attenzione alle questioni ambientali, anche il settore dell’edilizia e tutta la filiera ad esso connessa, sta attraversando un importante momento di trasformazione. Nel nuovo laboratorio saranno studiate soluzioni per la riduzione dell’impatto di CO2 di cemento e calcestruzzo, in linea con gli obiettivi europei di decarbonizzazione.

PCA assegna il Chairman’s Safety Performance Award 2021 alla cementeria di Chattanooga
03 agosto 2021

PCA assegna il Chairman’s Safety Performance Award 2021 alla cementeria di Chattanooga

La Portland Cement Association (PCA), fondata nel 1916, è la principale organizzazione istituzionale di ricerca, istruzione ed analisi di mercato al servizio dei produttori di cemento americani. 
L'Associazione promuove la sicurezza, la sostenibilità e l'innovazione in tutti i campi dell'edilizia, favorisce il miglioramento continuo della produzione e della distribuzione del cemento ed in generale sostiene la crescita economica e validi investimenti nelle infrastrutture.
Ogni anno l’evento PCA Chairman's Safety Performance Awards attribuisce un apprezzamento formale ai risultati eccezionali raggiunti negli indici di sicurezza riferiti alla fabbricazione del cemento. Tra circa 100 stabilimenti operanti negli Stati Uniti, sono emersi 13 vincitori, quelli con i più elevati livelli di sicurezza ottenuti nel 2020.
Per la quarta volta in quattro anni, la cementeria Buzzi Unicem di Chattanooga (TN) ha avuto l’onore di essere una delle fabbriche premiate, avendo consuntivato nel 2020 un totale di 226.961 ore di lavoro senza alcuna comunicazione di infortunio.

Lo stabilimento di Chattanooga certificato dal Wildlife Habitat Council
16 luglio 2021

Lo stabilimento di Chattanooga certificato dal Wildlife Habitat Council

Con l’ottenimento della certificazione del Wildlife Habitat Council (WHC) per il progetto “Clayfield Lake Fish Management”, la direzione dello stabilimento di Chattanooga (TN) ha dimostrato un forte impegno nell’ambito della tutela ambientale.
Il progetto è stato sviluppato in un terreno di proprietà, situato sul fiume Tennessee a circa 2,5 chilometri dallo stabilimento stesso, con l’intento di preservarne l’ecosistema e incrementare la popolazione ittica del lago Clayfield. 
Il bacino lacustre, un tempo sito di estrazione argilla, è stato ripopolato con specie autoctone, mentre l’area circostante è stata liberata da arbusti invasivi, con la successiva piantumazione di nuovi alberi.
I dipendenti della cementeria possono pescare nel lago in alcuni giorni dell’anno stabiliti e in queste occasioni si rilevano alcuni dati relativi alle condizioni delle specie ittiche presenti, quali lunghezza e peso. Grazie alle informazioni raccolte, si può determinare la strategia più adatta per migliorare l'habitat lacustre e lo stato di salute della fauna ittica.
Il Wildlife Habitat Council promuove e certifica la conservazione e la gestione degli habitat dei terreni aziendali attraverso partnership e attività di formazione. I programmi Conservation Certification di WHC consentono di tradurre in azioni concrete e misurabili gli obiettivi di sostenibilità delle aziende e favoriscono la collaborazione tra i dipendenti delle società, altre organizzazioni per la tutela dell’ambiente, enti pubblici e le comunità presenti sui territori. 
WHC promuove attività di formazione alla tutela degli habitat di specie selvatiche in 47 Stati degli USA e in 28 Paesi. 

SLK Cement: oltre 8.000 ton dedicati alla costruzione di nuovi pozzi petroliferi
08 luglio 2021

SLK Cement: oltre 8.000 ton dedicati alla costruzione di nuovi pozzi petroliferi

A fine 2020, la direzione di SLK Cement si è aggiudicata una importante fornitura di cemento per pozzi petroliferi alla società AO Vostsibneftegaz, consociata del gruppo Rosneft.
Il cemento OWC, di tipo PZT I-G-CC-1, è stato utilizzato per il consolidamento dei nuovi pozzi petroliferi del giacimento di Yurubcheno-Tokhomsk, nell’area di Krasnoyarsk. L’OWC è stato spedito via ferrovia su carri merci aperti fino alla stazione di Karabula e da lì consegnato al cliente finale via strada.
Il catalogo prodotti OWC di SLK Cement è conforme agli standard internazionali ed è molto apprezzato dalle principali società petrolifere a livello mondiale. 
Le zone estrattive della regione di Tyumensk, così come quelle presenti nei distretti autonomi di Khanty-Mansiysk e Yamal-Nenets, rappresentano il principale mercato di riferimento per l’Oil Well Cement. Il cemento per pozzi petroliferi prodotto a Suchoi Log è venduto anche al di fuori della regione degli Urali, grazie all’elevata qualità per cui è conosciuto. 

Buzzi Unicem presenta il numero zero del magazine “Highlights”
03 giugno 2021

Buzzi Unicem presenta il numero zero del magazine “Highlights”

Buzzi Unicem presenta Highlights, un magazine che integra la sintesi dei dati economico-finanziari con i principali temi legati alla sostenibilità.
In apertura, il messaggio agli azionisti del Presidente Veronica Buzzi illustra i risultati raggiunti nel corso del 2020, soddisfacenti nonostante le problematiche causate dalla pandemia da Covid-19.
Il messaggio prosegue con un interessante excursus dei progetti legati alla Ricerca e Sviluppo, il cui obiettivo è quello di migliorare la carbon footprint del gruppo. Tra questi, gli studi per la messa a punto di cementi e calcestruzzi innovativi, l’inaugurazione dell’impianto CLEANKER a Vernasca e l’avvio del progetto Catch4Climate.
A seguire, il documento offre una sintesi dei principali indicatori economici e finanziari dell’azienda, tra cui la capitalizzazione di mercato, l’andamento del titolo e la struttura operativa della società. Chiude la panoramica un focus sullo sviluppo sostenibile, in cui vengono illustrati politiche e target.
La seconda metà del magazine offre un approfondimento per ciascuna regione, mettendo in luce l’andamento del mercato, il consumo di cemento, ricavi, margini e investimenti.
Highlights vuole essere un estratto puntale ed esaustivo delle informazioni che trovano maggior profondità di dettaglio nei bilanci già pubblicati nella sezione dedicata di questo sito.

Il progetto SATURNO premiato agli “Oscar della Ricerca 2020”
25 maggio 2021

Il progetto SATURNO premiato agli “Oscar della Ricerca 2020”

Il progetto SATURNO si è aggiudicato il primo premio nella categoria "Green Economy - Collaborazione tra pubblico e privato" nell’ambito dell’iniziativa IR20 (Piemonte Innovazione e Ricerca 2020). Tra i candidati, 98 tra imprese, start up, enti e laboratori di ricerca pubblici e privati hanno presentato i propri progetti di eccellenza nell’ambito delle categorie “Green economy” e ”Health economy”. La premiazione si è svolta lunedì 24 maggio nella prestigiosa cornice del Museo Egizio con una cerimonia condotta da Marco Berry e trasmessa in diretta streaming sul sito istituzionale e sul canale Facebook della Regione Piemonte. Il premio, alla prima edizione, è stato fortemente voluto dalla Regione Piemonte come strumento per la valorizzazione del sistema imprenditoriale piemontese dell’innovazione e della ricerca.

Il progetto SATURNO (Scarti organici e Anidride carbonica Trasformati in carbURanti, fertilizzanti e prodotti chimici; applicazione concreta dell’ecoNOmia circolare) mira a sviluppare una filiera di bioeconomia circolare a livello urbano attraverso la creazione di nuovi processi e nuovi prodotti a partire dalla FORSU, con particolare attenzione al recupero e riuso della CO2. Il progetto, della durata prevista di 30 mesi ed avviato nel mese di luglio 2019, coinvolge 24 partner tra accademici ed enti di ricerca pubblici o privati.

Buzzi Unicem partecipa al progetto Saturno in due distinti ambiti di ricerca: da un lato si occupa di esplorare il possibile impiego della frazione plastica separata dalla FORSU come combustibile nella produzione di clinker; dall’altro parteciperà ad alcuni test in stato stazionario per valutare l’efficacia di sistemi di cattura della CO2 sviluppati durante il progetto.
Per maggiori informazioni sul progetto Saturno si rimanda al sito web https://saturnobioeconomia.it/
 

Attenzione ai temi ambientali e aiuto alle comunità locali per l’emergenza Covid: ecco i temi in evidenza nel Bilancio di Sostenibilità 2020
06 maggio 2021

Attenzione ai temi ambientali e aiuto alle comunità locali per l’emergenza Covid: ecco i temi in evidenza nel Bilancio di Sostenibilità 2020

Buzzi Unicem pubblica l’edizione 2020 del Bilancio di Sostenibilità che presenta la rendicontazione puntuale degli indicatori economici, ambientali e sociali, e un aggiornamento su obiettivi e target, in linea con le politiche promosse dall’azienda. 
Dal punto di vista economico i risultati finanziari evidenziano un miglioramento rispetto ai livelli raggiunti nel 2019, nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria. Sul piano ambientale il documento riporta un abbattimento delle emissioni assolute di CO2, sia dirette sia indirette, mentre le performance sociali evidenziano i risultati delle buone pratiche in termini di salute e sicurezza sul lavoro e confermano il trend in diminuzione degli infortuni degli ultimi anni. 
Inoltre, per mitigare le criticità legate all’emergenza sanitaria l’azienda ha deciso di offrire sostegno a coloro che si sono trovati in particolare difficoltà nei territori dove il Gruppo è presente, devolvendo oltre 3 milioni di euro, in collaborazione con varie organizzazioni no-profit.
In generale il bilancio evidenzia come la sostenibilità sia parte integrante delle decisioni strategiche e operative dell’azienda, a partire dalla pianificazione degli obiettivi fino alla misurazione dei progressi e alla definizione delle sfide future. 

Buzzi Unicem rafforza la sua presenza in Brasile
05 maggio 2021

Buzzi Unicem rafforza la sua presenza in Brasile

Il 16 aprile, con l’autorizzazione dell’autorità antitrust brasiliana (CADE) ed in base agli accordi comunicati il 26 ottobre 2020, la società Companhia Nacional de Cimento (CNC), in cui Buzzi Unicem detiene il 50% del capitale insieme a Grupo Ricardo Brennand, ha acquisito tutte le società del gruppo CRH operanti in Brasile.
Le attività di CRH Brasil sono costituite da tre cementerie a ciclo completo, situate a Matozinhos, Arcos (Minas Gerais) ed a Cantagalo (Rio de Janeiro), e da due centri di macinazione situati a Santa Luzia e Arcos (sempre in Minas Gerais). L’acquisizione determinerà un significativo rafforzamento della joint venture, anch’essa operante, fra l’altro, nella stessa zona di mercato con lo stabilimento di Sete Lagoas. CRH Brasil nel 2020 ha venduto circa 2,8 milioni di tonnellate di cemento.

Ex Presidente e CEO di Buzzi Unicem USA eletto Membro Onorario della PCA
20 aprile 2021

Ex Presidente e CEO di Buzzi Unicem USA eletto Membro Onorario della PCA

"Nel corso dell'ultima riunione del Consiglio di Amministrazione di PCA, Dave Nepereny è stato nominato, all’unanimità, membro onorario dell’Associazione, in riconoscimento del prezioso contributo reso a questa organizzazione. Nei vari decenni in cui ha operato all’interno di PCA, Dave ha ricoperto numerose posizioni strategiche e di vitale importanza, quali Presidente del Consiglio di Amministrazione, del Comitato Esecutivo, del Comitato Compensi e Benefit, del Consiglio Amministrativo, del Consiglio per lo Sviluppo del Mercato e altri comitati. Inoltre, Dave ha anche ricoperto la carica di membro del Consiglio di Amministrazione sia di PCA, sia dell’associata CTL Group.
L'elezione a membro onorario di PCA è riservata solo a coloro che, secondo il parere del Consiglio di Amministrazione, hanno reso un servizio eccezionale all'industria del cemento e all'Associazione. Con la sua dedizione al business e le sue doti di leadership, Dave rappresenta appieno la persona degna di ricevere questo importante riconoscimento".

Riconoscimento per l'eccellenza ambientale allo stabilimento di Festus, Missouri
02 aprile 2021

Riconoscimento per l'eccellenza ambientale allo stabilimento di Festus, Missouri

Con la nuova certificazione ricevuta dal Wildlife Habitat Council (WHC) per il programma di gestione forestale, si riconferma l’impegno della cementeria di Festus (Missouri) nell’ambito della tutela ambientale. Il Programma di Gestione Forestale interessa circa 916 ettari di proprietà dello stabilimento e, dal 2014, il piano è certificato dal WHC. Il programma prevede attività di protezione e miglioramento delle risorse forestali naturali all’interno della proprietà, attraverso azioni mirate alla valorizzazione dell'habitat per la vasta fauna selvatica, al miglioramento della composizione delle specie vegetali presenti mediante la rigenerazione e alla  protezione delle risorse forestali naturali. 
"Le misure messe in atto per la tutela ambientale nell’area dello stabilimento (“Festus Plant Parcel”) rispondono ai severi requisiti richiesti della WHC Conservation Certification", afferma Margaret O'Gorman, presidente di WHC. "Le aziende che, come Buzzi Unicem USA, ottengono la WHC Conservation Certification sono leader nella tutela ambientale e gestiscono in maniera volontaria le aree di loro proprietà con l’intento di supportare sia gli ecosistemi sostenibili sia le comunità che li circondano".
Attraverso programmi di partenariato e didattici, il Wildlife Habitat Council sostiene e certifica la conservazione e la gestione degli habitat all’interno delle aree aziendali. WHC trasforma gli obiettivi di sostenibilità di un’azienda in azioni tangibili e misurabili sul campo. I programmi didattici volti alla conservazione e alla protezione dell’habitat della fauna selvatica, sostenuti da WHC, sono presenti in 47 Stati americani e 28 Paesi.

Lo stabilimento di Amöneburg riattiva il raccordo ferroviario
04 marzo 2021

Lo stabilimento di Amöneburg riattiva il raccordo ferroviario

Con l’arrivo di una locomotiva e di diversi vagoni “RheinCargo”, partner logistico di Dyckerhoff, dopo circa 15 anni, è stato ufficialmente riaperto il raccordo ferroviario dello stabilimento di Amöneburg.
I binari, già presenti dalla fine dell'Ottocento nell’area nord dello stabilimento, sono stati rimessi in funzione e all'esterno della fabbrica, sulla strada statale per Wiesbaden, è stato ripristinato il relativo passaggio a livello. 
Ora le attività della cementeria possono contare anche su un’altra via di comunicazione. 
Il periodo di secca del Reno, due anni fa, ha fatto capire l’importanza di poter disporre di sistemi di trasporto alternativi, tra l’altro ecocompatibili. Infatti, sfruttando le vie fluviali e ferroviarie per la movimentazione di merci sfuse, si contribuisce attivamente ad alleggerire il carico dei trasporti su strada.

SLK Cement mette a disposizione il sacco da 35 kg
05 febbraio 2021

SLK Cement mette a disposizione il sacco da 35 kg

I principali tipi di cemento prodotti presso lo stabilimento di Korkino, da qualche mese, possono essere acquistati in sacchi di carta da 35 kg. L’obiettivo dell’azienda è quello di facilitare le operazioni di carico, svolgere il lavoro in modo più sicuro e rispondere meglio alle esigenze della clientela. 
Grazie alla nuova versione “leggera”, si riduce lo sforzo fisico e migliora il livello di prevenzione dai rischi nella fase di movimentazione dei sacchi. Il peso del prodotto imballato è stato stabilito tenendo conto delle norme in materia di sicurezza sul lavoro.
Lo stabilimento di Korkino utilizza il nuovo formato per i cementi FESTMARK 500 (CEM I 42,5N) e BLOCKMARK 500 (CEM II/B-Sh 42,5N). La gamma di prodotti della cementeria comprende anche i cementi CEM I 52,5N, CEM I 32,5H e CEM II/A-Sh 42,5N.