Elementi Navigazione

2017

13 dicembre 2017

La cementeria di Chattanooga per la comunità locale

Lo stabilimento Buzzi Unicem di Chattanooga, Tennessee è particolarmente attento alle necessità del territorio in cui opera. Sandy Watkins, Responsabile Risorse Umane della cementeria, organizza ogni mese attività in supporto ad organizzazioni benefiche locali ed all’intera comunità, spesso con l’aiuto volontario dei dipendenti dello stabilimento.
Di recente, la cementeria ha donato al Parco di Marion County oltre 200 tonnellate di pietra, provenienti dalla cava del lago Bennett, per sistemare le strade interne, non ancora asfaltate, e 56 aree di sosta/campeggio. I dipendenti dello stabilimento hanno anche contribuito volontariamente alla costruzione di un nuovo padiglione e di un’area giochi, sempre all’interno del parco. Inoltre, con la sabbia messa a disposizione da un nostro fornitore, è stato realizzato un campo di beach volley nei pressi del lago che costeggia tale area verde. 

Queste opere, che hanno migliorato notevolmente la fruizione del luogo, sono state molto apprezzate sia dall'amministrazione locale che dai residenti della zona. I dipendenti dello stabilimento di Chattanooga sanno che con il loro impegno possono aiutare i loro concittadini e non si tirano indietro davanti a nessuna sfida: che si tratti di procurare cibo e vestiario a chi ne ha bisogno, donare sangue presso l’associazione locale, devolvere beni di diverso genere, tempo o denaro, Chattanooga è sempre in prima fila!

16 novembre 2017

Certificazione ENERGY STAR in Stati Uniti

L'agenzia americana per la protezione ambientale (EPA) ha conferito la certificazione ENERGY STAR® agli impianti di Chattanooga (Tennessee), Festus (Missouri), Maryneal (Texas) e San Antonio (Texas). Si tratta del nono riconoscimento consecutivo per gli impianti di Chattanooga, Festus e Maryneal e del quarto consecutivo per quello di San Antonio. Per ottenere la certificazione ENERGY STAR, le cementerie devono raggiungere un punteggio minimo di 75 nel Energy Performance Indicator (EPI), parametro che l’EPA utilizza per calcolare l’efficienza energetica di uno stabilimento. Inoltre, l’impianto deve dimostrare di essere conforme alle norme ambientali da almeno tre anni. La certificazione ENERGY STAR indica che le nostre quattro cementerie rientrano nel 25% dei migliori impianti analoghi, a livello nazionale. Il programma ENERGY STAR si focalizza sulla gestione strategica dell’energia e sottolinea l’importanza del concetto di leadership in campo ambientale per le generazioni future.

05 ottobre 2017

RemTech Expo 2017

RemTech Expo è la fiera italiana specializzata nella prevenzione e gestione dei rischi ambientali, naturali e nella manutenzione e riqualificazione del territorio.
Oltre all’area espositiva, altamente qualificata, l’evento prevede una sessione congressuale tecnico-scientifica di elevato livello e corsi di formazione per operatori, autorità e decision maker.
Buzzi Unicem ha partecipato all’undicesima edizione di RemTech Expo, esponendo le miscele Solidur, specifiche per le bonifiche dei siti contaminati. In Italia la nostra azienda è leader in tale settore, con quasi cento interventi di bonifica, riqualificazione di aree inquinate ed impermeabilizzazioni in ingegneria idraulica, effettuati in un arco di 15 anni.
Anche quest’anno Buzzi Unicem ha avuto buone opportunità di confronto e discussione con progettisti, operatori ed addetti della stampa specializzata di settore.
Durante l’evento, Mauro Ganora, nostro Responsabile Vendite e Prodotti Speciali, ha rilasciato una video intervista sulla gamma Solidur alla rivista online ingenio.

Clicca qui per l'intervista a Mauro Ganora

01 settembre 2017

Buzzi Unicem entra al 50% in ECOTRADE

Buzzi Unicem ha recentemente acquistato il 50% di ECOTRADE, società con quasi 30 anni di esperienza nel settore della commercializzazione e riutilizzo di rifiuti industriali e sottoprodotti per la produzione del cemento.
ECOTRADE ha gestito contratti decennali di fornitura di ceneri di carbone provenienti da centrali elettriche e loppe di altoforno prodotte dalle acciaierie di tutto il mondo che ha consegnato nelle cementerie sparse in vari continenti.
Le movimentazioni di questi sottoprodotti hanno toccato punte di oltre due milioni di tonnellate annue.
La ECOTRADE è iscritta “all’albo nazionale gestori ambientali" italiano, e vanta un network di distribuzione nazionale che copre tutta la penisola, con decine di migliaia di movimenti annui via autotreni.
Il progetto di Buzzi Unicem è quello di utilizzare l’esperienza di ECOTRADE nel suo specifico settore, per allargare la collaborazione dal solo territorio italiano a quello internazionale, dove Buzzi Unicem ricopre un ruolo di primaria importanza.

29 agosto 2017

Greencastle e la comunità locale

Per festeggiare i 100 anni della prima cementeria costruita in Indiana, attualmente di proprietà Buzzi Unicem, i dipendenti di Greencastle hanno partecipato a diversi progetti sviluppati nel corso delle celebrazioni per la Giornata Mondiale della Terra.
A conferma della collaborazione continua con le associazioni locali (Rotary Club locale, Comitato per lo sviluppo sostenibile della città di Greencastle e National Road Heritage Trail), in occasione della Giornata della Terra 2017, la cementeria si è impegnata a: pulire l’autostrada 231S in Indiana, costruire un’area giochi nel Micaela Cancilla Park e bonificare una nuova parte del percorso naturale della contea di Putnam, situata lungo il perimetro dello stabilimento e recentemente acquistata dalla National Road Heritage Trail.
L’impianto di Greencastle partecipa attivamente alle celebrazioni per la Giornata Mondiale della Terra dal 1999, con progetti a favore della comunità locale nel pieno rispetto dell’ambiente.

11 luglio 2017

Il progetto MN32 in Texas

Il progetto di modernizzazione dello stabilimento di Maryneal in Texas (MN32: Maryneal 3.200 ton/giorno di clinker) è stato ufficialmente presentato, a fine febbraio, alla direzione Buzzi Unicem, alle autorità locali ed al personale dello stabilimento. Durante l’evento, gli ospiti hanno potuto rendersi conto della modernità di questo impianto, che è uno dei principali fornitori di cemento nel Texas occidentale e centrale nonché per l’industria petrolifera e del gas.

I lavori di progettazione, ingegneria e costruzione realizzati nella cementeria in questi ultimi due anni hanno interessato: il reparto materie prime, la macinazione della farina cruda con un nuovo mulino Horomill 3800, l’impianto carbone, la nuova linea di cottura con torre a cicloni e forno da 56 m di lunghezza e 4,4 m di diametro, la nuova sala di controllo, il laboratorio, la macinazione finale con il suo sistema di alimentazione e trasporto del prodotto finito ed il reparto spedizioni, compreso il potenziamento del raccordo ferroviario. 
Affrontando sfide complesse ed avvincenti, il personale della cementeria e gli altri collaboratori coinvolti nel progetto sono riusciti a migliorare la sostenibilità dell’impianto, con una notevole riduzione delle emissioni, del consumo di energia, di acqua e di combustibile. Nel contempo, la capacità produttiva di clinker è passata da circa 450.000 ad oltre 1 milione di ton/anno.

15 maggio 2017

ZAPA DROP – Numero 1 tra i prodotti innovativi

Il prodotto speciale ZAPA DROP è risultato il materiale più innovativo presentato alla Fiera Internazionale dell‘Edilizia di Brno (Moravia), svoltasi dal 26 al 29 di aprile.

Questo nuovo calcestruzzo può essere utilizzato principalmente nell’architettura da esterno e progettazione di giardini, ad esempio per la costruzione dei bordi delle piscine, terrazze, sentieri, strade, parcheggi, piste ciclabili, ecc.
ZAPA DROP ha un’ottima capacità drenante oltre che portante e può rappresentare un’alternativa più economica all’uso degli autobloccanti.
Potrete trovare più informazioni su questo prodotto al seguente link:  www.zapa.cz/special-products/c/special-products/i/zapa-drop?l=eng

11 maggio 2017

Buzzi Unicem compie 110 anni

Buzzi Unicem compie 110 anni e l’azienda ha pensato di ricordare questo importante traguardo apportando al logotipo una variazione grafica, ideata appositamente per la ricorrenza.
In particolare, sotto al nome del gruppo è stata inserita la scritta “110 YEARS”, realizzata con il carattere Catamaran light, pulito e di facile lettura.

Nel corso del 2017, il logo del centodecimo anno sarà riportato su tutte le pubblicazioni istituzionali, quali i bilanci (civilistico, consolidato e di sostenibilità), la rivista aziendale Portland ed eventuali altri documenti e presentazioni.

05 maggio 2017

Online il Bilancio di Sostenibilità 2016

In previsione della prossima Assemblea degli Azionisti, convocata per il 12 maggio 2017, il Bilancio di Sostenibilità 2016 è stato messo a disposizione del pubblico nella sezione dedicata del nostro sito web. 

Il documento, completamente rinnovato nella sua forma grafica, presenta gli indicatori sociali, ambientali ed economici dell’azienda rendicontati secondo le linee guida G4 del GRI(Global Reporting Initiative).

Il report, redatto e stampato in duplice lingua (italiano ed inglese), contiene nella versione italiana un approfondimento sui dati del nostro Paese.

 

Bilancio di Sostenibilità 2016

21 aprile 2017

Progetti sostenibili a Stockertown, Pennsylvania

Negli ultimi dieci anni lo stabilimento di Stockertown ha avviato diverse collaborazioni con le scuole locali e le varie organizzazioni presenti sul territorio per dimostrare come sia possibile far coesistere l’industria estrattiva mineraria con le comunità del luogo e gli ecosistemi circostanti, in modo reciprocamente vantaggioso.
Di recente, la cementeria di Stockertown ha trasformato circa 26 ettari di terreno, precedentemente destinati alla coltivazione, in un’area ecosostenibile valorizzando la foresta e i ruscelli presenti nell’area.
Per questo progetto, l’impianto di Stockertown ha ottenuto: il Premio “Outreach Award” dell’Associazione Portland Cement Energia & Ambiente nel 2011; cinque Certificazioni del Wildlife Habitat Council sia per il “Wildlife at Work” che per il “Corporate Lands for Learning” dal 2012 a oggi; il “Forest Stewardship Award” del Dipartimento della Pennsylvania per la conservazione delle risorse naturali dal 2012 a oggi; e l’ “Environmental Partnership Award” del Comitato per l’Ambiente del Pennsylvania nel 2016.

 

 

Oltre al ripristino dell’habitat e degli ecosistemi del luogo, Stockertown ha sviluppato anche un progetto per la coltivazione del miscanto (Miscanthus  giganteus, un arbusto coltivato destinato alla produzione di biomasse tipico dell’America Settentrionale) da utilizzare come combustibile alternativo per la produzione di clinker.  
Attraverso la coltivazione del miscanto e il suo impiego come alternativa ai combustibili fossili, lo stabilimento contribuisce a sostenere il “ciclo terra-acqua-aria” creando un circuito chiuso per l’assorbimento del “carbonio”. Sebbene questo progetto sia ancora a uno stadio embrionale, Stockertown sta valutando la possibilità di espanderne questo tipo di coltivazione. Il miscanto potrebbe infatti fornire fino al 40% del combustibile necessario per il funzionamento del forno, contribuendo così in maniera significativa al raggiungimento dell’ambito obiettivo di sostituzione calorica del 60% con fonti alternative.

22 marzo 2017

La chiusa di IJmuiden

All’entrata al porto di Amsterdam, Dyckerhoff Basal ha montato due centrali mobili per la produzione di calcestruzzo su un’isola artificiale.
Gli impianti forniranno in totale circa 300.000 m3 di calcestruzzo per la costruzione di una nuova chiusa che permetterà anche alle grandi navi di accedere al porto della città.
La produzione giornaliera è di circa 1.600 m3, con picchi di 200 m3/h, ed il cemento proviene dalle fabbriche di Neuss e Neuwied.
La nuova chiusa, che al termine dei lavori diventerà la più grande del mondo, sarà lunga 500 m, larga 70 m e profonda 18 m.
La costruzione, iniziata nel 2016, terminerà a fine 2019.

21 febbraio 2017

I progetti KOVV e NEMO di ZAPA beton

Il progetto KOVV (Kvalita a Obchod Věcí Všech - La Qualitá e la Vendita sono Responsabilitá di Tutti) è stato lanciato da ZAPA beton nel 2015 e si chiuderà entro fine marzo 2017. Lo sviluppo di KOVV ha consentito di valorizzare la qualità dei prodotti e dei servizi ZAPA e di individuare un piano di comunicazione unica per il gruppo ZAPA. Un progetto vincente, i cui principi saranno applicati anche alle future attività aziendali.

 

 

Il primo gennaio 2017 è partito il nuovo progetto NEMO (New Evolved Materials for  InnOvation – Materiali Nuovi ed Evoluti per l‘Innovazione) con l‘obiettivo  di incrementare la vendita e il marketing di prodotti speciali. 
Il nuovo progetto è in linea con la filosofia della capogruppo Buzzi Unicem che sostiene prodotti di qualità elevata e la continua creazione di valore aggiunto attraverso un know how innovativo.

06 febbraio 2017

Seconda linea di produzione ad Apazapan, Messico

Il 26 gennaio la collegata Corporación Moctezuma ha ufficialmente inaugurato la seconda linea di produzione presso la cementeria di Apazapan, alla presenza del Governatore dello stato di Veracruz, signor Miguel Ángel Yunes. All’evento hanno partecipato anche i presidenti comunali di Apazapan e di Emiliano Zapata, alcuni deputati dello Stato di Veracruz, i membri del governo locale, l’ambasciatore italiano in Messico, diversi clienti, fornitori e collaboratori. Purtroppo non ha potuto presenziare l’ambasciatore spagnolo.

Con l’aggiunta della seconda linea, la cementeria di Apazapan raggiunge una capacità pari a 2,75 milioni ton/anno di cemento.

Video dell’inaugurazione: https://mobile.twitter.com/YoconYunes/status/824731421415727104/video/1

 

 

25 gennaio 2017

La Germania premia il Carbonbeton

A fine 2016, il Presidente Federale Joachim Gauck ha assegnato a Carbonbeton il Premio per la Tecnica e l’Innovazione durante la cerimonia dei German Sustainability Award. Carbonbeton è un calcestruzzo con fibre di carbonio utilizzate al posto della tradizionale armatura in ferro, sviluppato nell’ambito del progetto C³ Carbon Concrete Composite.  Al progetto C³ partecipano circa 140 partner provenienti dal mondo scientifico, economico e delle associazioni, tra cui anche Dyckerhoff.

L’obiettivo del progetto è di riuscire a realizzare dei leganti e calcestruzzi ad alta resistenza, ottimizzando la capacità di adesione dell'armatura in fibra di carbonio alla matrice cementizia. Rispetto ai calcestruzzi attualmente in commercio i nuovi calcestruzzi ad alte prestazioni C³ presenteranno un’elevatissima durabilità e un bilancio energetico e di CO2 decisamente migliorati. Gli edifici e gli elementi strutturali in C³ si distingueranno per le elevate prestazioni meccaniche, una durata molto prolungata ed un minore impatto ambientale.

16 gennaio 2017

Certificazione ENERGY STAR agli stabilimenti USA

Buzzi Unicem ha di recente reso noto di aver ricevuto dall’Agenzia statunitense per la Protezione Ambientale (EPA) la certificazione ENERGY STAR® per alcune delle sue cementerie, distintesi per gli ottimi risultati ottenuti nelle loro prestazioni energetiche. Il riconoscimento è stato assegnato agli stabilimenti di Chattanooga (TN), Festus (MO), Maryneal (TX) e San Antonio (TX). Gli impianti di Chattanooga, Festus e Maryneal hanno ottenuto la certificazione per l’ottavo anno consecutivo.
Per ottenere il riconoscimento ENERGY STAR, le cementerie devono raggiungere un punteggio minimo di 75 nel Energy Performance Indicator (EPI), parametro che l’EPA utilizza per calcolare l’efficienza energetica. Inoltre, lo stabilimento deve dimostrare di essere conforme alle norme ambientali da almeno tre anni.
Il programma ENERGY STAR si focalizza sulla gestione strategica dell’energia e sottolinea l’importanza del concetto di leadership in campo ambientale per le nuove generazioni.