Elementi Navigazione

2014

23 dicembre 2014

La Franklin del 1917 si aggiudica il trofeo!

Il nome "Hershey, PA" fa subito pensare al cioccolato, ma non sempre è così. Hershey è anche la città dove si svolge la mostra annuale dell’Antique Automobile Club of America (AACA). Sin dalla metà degli anni ’90, John Henderson, ex direttore dello stabilimento di Alamo, ha seguito il restauro di tre splendide automobili di proprietà della società: una Cadillac del 1937, una Stutz Blackhawk del 1927 e una Franklin Runabout del 1917. Negli ultimi 4 anni le vetture sono state esposte in occasione di vari raduni dell’Antique Automobile Club of America per permettere agli appassionati di ammirarne l’esclusivo design ed i dettagli. I tre veicoli hanno vinto vari premi e, in occasione dell’ultimo raduno AACA, lo scorso 11 ottobre a Hershey, PA, la Franklin Runabout del 1917 si è aggiudicata il premio "Senior". All’evento erano presenti: John Henderson, Henry Mueller - responsabile della cava di Alamo ed esperto di auto d’epoca, Alessandro Rossi - direttore dello stabilimento di Alamo, Massimo Toso - CEO di Buzzi Unicem in Stati Uniti e John White - direttore della logistica.

02 dicembre 2014

Milano che cambia: la Torre Isozaki

Da agosto 2012 Buzzi Unicem è impegnata nella fornitura per la costruzione della Torre Isozaki. Questo importante grattacielo fa parte del progetto CityLife, per la riqualificazione dell'ex quartiere fieristico di Milano. Con i suoi 50 piani e 202 metri di altezza, la torre disegnata dall'architetto giapponese Arata Isozaki costituisce l'edificio più alto d'Italia e potrà ospitare fino a 3.800 persone. La sinuosa curvatura a cuscino delle facciate in vetro e la sua esile figura nascondono un'imponente struttura in calcestruzzo, costituita da due core speculari ai lati, solai e possenti pilastri nella porzione centrale. Tramite le centrali di betonaggio situate a Novate Milanese, Nosedo e Bareggio, la controllata Unical ha fornito circa 90.000 m3 di calcestruzzo suddivisi in due strutture: la torre e la piastra. A luglio 2014 sono stati consegnati gli ultimi 430 m3 di calcestruzzo speciale in due getti per la realizzazione della trave di coronamento in cima al grattacielo. Unical si è inoltre aggiudicata la fornitura di ulteriori 40.000 m3 di calcestruzzo per la costruzione dei parcheggi collegati al progetto.
La Torre Isozaki, destinata ad ospitare gli uffici del gruppo Allianz Italia, sarà pronta entro la prossima primavera, in tempo per l'apertura di Expo 2015.

10 novembre 2014

Buzzi Unicem promossa da CDP

Il 5 novembre si è tenuto a Palazzo Mezzanotte, presso la Borsa di Milano, l’evento “CDP Southern Europe”, abbinato alla presentazione del CDP Italy Climate Change Report 2014, con annessa premiazione delle aziende italiane leader in Climate Disclosure e Performance.
CDP (Carbon Disclosure Project), è un'organizzazione non-profit che per conto di 722 investitori istituzionali raccoglie dati sulla gestione degli aspetti legati al cambiamento climatico.
Le informazioni raccolte da CDP vengono utilizzate dagli operatori finanziari nelle analisi di investimenti, prestiti ed assicurazioni.

Per il terzo anno consecutivo, Buzzi Unicem è risultata tra le migliori aziende per l’impegno e per i risultati conseguiti nel limitare i cambiamenti climatici ottenendo il punteggio più alto in termini di comunicazione sulle emissioni ed il primo posto nel settore dei Materiali.

CDP Award

17 ottobre 2014

La cementeria di Maryneal premiata da PCA

Lo stabilimento Buzzi Unicem USA di Maryneal, Texas, ha ricevuto dall’Associazione Portland Cement (PCA) e dalla rivista di settore Cement Americas un importante riconoscimento nell’ambito dei Cement Industry Energy & Environmental Awards; evento che premia lo sviluppo di pratiche di produzione sostenibili. L’impianto di Maryneal si è piazzato tra i finalisti nella categoria innovazione per aver sviluppato innovazioni tecniche e tecnologiche nel rispetto dell’ambiente e del risparmio energetico. Nel 2013, Maryneal è stato il primo stabilimento statunitense a installare un sistema di macinazione di tipo Horomill® in sostituzione del vecchio sistema, ormai inefficiente ed obsoleto. Questo cambiamento ha portato a un risparmio energetico significativo, oltre a una diminuzione dei gas serra, del consumo di acqua e all’abbassamento dei livelli di rumore. Gli Energy & Environmental Awards vengono assegnate a quelle cementerie che si distinguono nel perseguire un continuo miglioramento ambientale. Il senso di responsabilità di questi stabilimenti va oltre l’applicazione delle normative statali e delle leggi locali; l’obiettivo del loro operato è contribuire al benessere della comunità, sia sul piano della qualità di vita che dal punto di vista lavorativo. Le categorie riconosciute sono 5: impegno sociale, prestazioni ambientali, gestione del territorio, innovazione ed efficienza energetica. Inoltre la PCA assegna un premio speciale allo stabilimento che ha dimostrato l’eccellenza in più categorie.

07 agosto 2014

Getto di oltre 2.000 mc di calcestruzzo in 24 ore

Il mese scorso, Dyckerhoff Beton ha fornito all'impresa Bickhardt Bau di Kirchheim oltre 2.000 mc di calcestruzzo per il rifacimento di un ponte sulla rotatoria della strada statale B263 a Wiesbaden.
Il ponte, della lunghezza di 130 metri, è diviso in 4 campate e sovrasta in un elemento unico e continuo la rotatoria.
Dyckerhoff Beton ha rifornito il cantiere tramite i suoi impianti di Wiesbaden e Flörsheim, impiegando contemporaneamente 14 autobetoniere. Il getto ha avuto inizio venerdì 4 luglio alle 18:00 ed è proseguito senza interruzioni per tutta la notte, fino all'ultimo scarico effettuato sabato, intorno alle 18.00, a quasi 24 ore dall'inizio dei lavori.

Il calcestruzzo con classe C 45/55 è stato pompato ad altezza ponte tramite due pompe posizionate nella rotatoria chiusa al traffico. La consistenza del calcestruzzo è stata monitorata costantemente e con la massima precisione sia presso gli impianti che in cantiere. Il cemento CEM III/A 42,5N utilizzato nella preparazione del calcestruzzo è stato prodotto dallo stabilimento Dyckerhoff di Amöneburg.

25 luglio 2014

La nuova immagine dei sacchi Cementos Moctezuma

La collegata Cementos Moctezuma ha rinnovato l'immagine dei suoi sacchi, ispirandosi a mo-tivi messicani precolombiani. Il comune denominatore è rappresentato dall'identità messicana e dalla tradizione storica espressa dal nome dell'azienda, Moctezuma appunto, che è stato il sommo imperatore dell'impero Azteco durante il periodo precolombiano.
La nuova filosofia di marketing proietta la società sul mercato facendo leva sui temi dell'orgo-glio nazionale e di un'azienda all'avanguardia, generando nel cliente quel sentimento di ap-partenenza che costituisce un valore molto apprezzato nel settore.

Gli elementi grafici della cultura azteca a cui si ispirano i nuovi sacchi sono:
• Quetzalcóatl (letteralmente serpente piumato, che era considerato la divinità suprema); egli si manifesta all'equinozio di primavera scendendo dal cielo verso la terra dalla scalinata di una piramide
• Aquila Reale (simbolo di coraggio e potere, portatrice di buon auspicio)
• Chichicuilote (uccello migratore che rappresenta la speranza di un buon raccolto)
• Coyote (animale selvatico considerato il dio della guerra)

Secondo un recente studio pubblicato da Interbrand, la marca Cementos Moctezuma risulta tra le prime 25 del Paese.

30 giugno 2014

Nei Paesi Bassi tutti amano l'Arancione!

Specialmente durante il Campionato Mondiale di Football i Paesi Bassi si colorano d'arancione. Il calcestruzzo non fa eccezione e neppure gli elmetti di sicurezza. In queste settimane, la centrale di Delft ha fornito calcestruzzo colorato arancione per il pavimento della fabbrica di birra cittadina “De koperen kat”.  Il colore arancione fa parte del logo della birreria e coincide esattamente con la maglia dei campioni nazionali, attualmente impegnati in Brasile.

Perché scegliere proprio l’Arancione (Orange)?
- Orange è il cognome del fondatore dello stato dei Paesi Bassi, Guglielmo d’Orange;
- Orange è il cognome della famiglia reale;
- Orange è il colore della nazionale di football;
- Orange è il colore della birreria cittadina.

Guglielmo d’Orange è vissuto, è stato ucciso ed è sepolto a Delft.

23 maggio 2014

Online il Bilancio di Sostenibilità 2013

Il Bilancio di Sostenibilità 2013 è stato presentato insieme al Bilancio Consolidato nel corso dell’Assemblea Annuale degli Azionisti il 9 maggio 2014. Il report presenta gli indicatori sociali, ambientali ed economici riferiti all’anno 2013 e rendicontati secondo le linee guida del GRI (Global Reporting Initiative). Come la precedente edizione, il report 2013 contiene una rendicontazione di gruppo e un approfondimento sull’Italia ed è conforme agli standard  A+ del GRI.
Il bilancio è stato redatto e stampato in italiano e in inglese.

Bilancio di Sostenibilità 2013

21 maggio 2014

Getto record per Concretos Moctezuma

Il 28 febbraio scorso la nostra collegata messicana Concretos Moctezuma ha realizzato il suo più grande getto di sempre. Attraverso due impianti della capitale, Central ed Eulalia Guzman, ha fornito in sole 23 ore un totale di 5.681 metri cubi di calcestruzzo preconfezionato. Si tratta della costruzione del complesso Miyana, un grande centro di 500.000 metri quadri che comprende negozi, uffici e abitazioni, su un terreno di 44.000 metri quadrati presso il quartiere Polanco, a Città del Messico. Il Gigante Grupo Inmobiliario, insieme ad investitori privati, è il promotore di questo immenso progetto, il cui valore è stimato in cinque miliardi di pesos. La prima tranche dei lavori durerà 5 anni e prevede la costruzione di 2 torri, una destinata ad uffici e l'altra ad appartamenti. Per il getto massivo Concretos Moctezuma ha unito le forze con Grupo VYG S.A. de C.V., società con la quale intrattiene da oltre 20 anni una collaborazione di successo.

29 aprile 2014

La sicurezza sempre in primo piano

Il cammino intrapreso da Buzzi Unicem oltre 10 anni fa, volto a sviluppare i moderni sistemi della gestione integrata ambiente e sicurezza del lavoro, ha raggiunto un altro significativo traguardo. Nei primi giorni di aprile ICMQ ha rilasciato alla cementeria di Barletta la certificazione del sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro in conformità alla norma OHSAS 18001. Questo risultato è stato ottenuto grazie all'impegno ed alla totale collaborazione di tutto il personale dell'unità produttiva che, attraverso una pianificazione efficace ed un'attenta partecipazione, è riuscito a raggiungere l'obiettivo. Oltre ai dipendenti Buzzi Unicem, la certificazione ha coinvolto pure le ditte esterne operanti presso lo stabilimento, che hanno condiviso le scelte aziendali per migliorare i già elevati standard di sicurezza dell'ambiente produttivo.

18 marzo 2014

Il modello di vendita SMART

Unical ha creato un nuovo modello di vendita del calcestruzzo preconfezionato basato su una ricca gamma di prodotti e su “offerte multiple” personalizzate.
Il primo passo in questa fase di rinnovo è stato quello di rivedere a livello strutturale la gamma prodotti: i calcestruzzi sono stati suddivisi in “ordinari”, destinati a richieste standard;  “dedicati”, proposti per soddisfare le esigenze delle singole applicazioni e “su misura”, per rispondere in modo personalizzato alle esigenze specifiche di particolari cantieri. E’ stato quindi ridefinito il sistema di classificazione dei calcestruzzi e delle loro caratteristiche, ricercando un linguaggio tecnico più rigoroso ma allo stesso tempo più accattivante. Ogni prestazione e proprietà del calcestruzzo è stata definita, classificata e rappresentata da pittogrammi di immediato impatto visivo: gli “smarties”.

Inoltre Unical ha ideato il concetto di nuova offerta multipla: una proposta commerciale, personalizzata per ciascun cliente nel suo cantiere e formulata tenendo conto delle esigenze tecniche del cantiere stesso.

Il calcestruzzo è una miscela di componenti sempre diversa ad ogni carico e la moltiplicazione dei prodotti richiede una solida e diffusa competenza tecnologica, oltre ad una buona realizzazione del processo, tutte caratteristiche dove Unical è da sempre all’avanguardia.

21 gennaio 2014

Corporación Moctezuma impegnata nella tangenziale Sud di Guadalajara

La tangenziale Sud di Guadalajara (Jalisco, Messico) è stata pensata per liberare l'area urbana dai veicoli che non hanno come origine o come destinazione la città stessa e per dare continuità al traffico di lunga percorrenza in circolazione tra il centro e il nord-est del Paese.
Il progetto "Libramiento Sur" prevede la costruzione di un tracciato autostradale di complessivi 111 km, con una sezione a quattro corsie in un corpo unico. Per la fornitura della pavimentazione sono previsti 800.000 m³ di calcestruzzo.

L'associazione temporanea di imprese CyM, joint venture paritetica tra Corporación Moctezuma e l'impresa spagnola di costruzioni Comsa Emte, si è aggiudicata l'appalto per la produzione del calcestruzzo e la posa in opera della pavimentazione, tramite apposite macchine finitrici.