Elementi Navigazione

2009

30 ottobre 2009

Un nuovo mulino a Esch-sur-Alzette, Lussemburgo

Il nuovo mulino della cementeria di Esch-sur-Alzette è stato inaugurato il 14 Ottobre alla presenza del Ministro dell'Economia lussemburghese Jeannot Krecké, oltre a Franco Buzzi e Wolfgang Bauer in rappresentanza della capogruppo Buzzi Unicem.

Il mulino verticale a rulli LM 46.2+2, prodotto da Loesche, consente di aumentare la capacità di produzione dell'impianto, passando dalle precedenti 900.000 tonnellate di cemento/anno alle attuali 1.500.000 tonnellate. Grazie al nuovo mulino, il fabbisogno di energia per tonnellata di cemento diminuirà di circa il 25%, con un importante riflesso sui costi di produzione e sull'impatto ambientale.

Cimalux ha investito nel progetto complessivamente 50 milioni di euro, che comprendono anche l'aumento della capacità di stoccaggio per il prodotto finito, il miglioramento del controllo qualità, l'impianto di miscelazione a valle del mulino ed il potenziamento delle spedizioni tramite ferrovia.
Attualmente, il 50% della produzione dello stabilimento è destinata al mercato domestico (Lussemburgo), l'altra metà viene esportata verso la Germania, la Francia ed il Belgio.

13 ottobre 2009

Collaudato con successo il nuovo silo clinker di Guidonia

E' entrato in funzione da pochi giorni, presso la cementeria di Guidonia (RM), un nuovo deposito clinker da 60.000 tonnellate, che va ad aggiungersi ai tre già esistenti da 25.000 tonnellate ciascuno e permette di accordare più facilmente la capacità produttiva dello stabilimento con la curva di vendita del prodotto. L'opera, iniziata nel giugno del 2008, è stata terminata lo scorso mese di agosto.
Si tratta di un silo cilindrico in calcestruzzo, con diametro interno di 36 metri ed altezza complessiva di 58 metri. L'impianto è completamente automatico sia per quanto riguarda il carico del clinker proveniente dal forno sia la successiva estrazione.
L'investimento ha un impatto ecologico molto favorevole sulle attività di produzione ed il territorio circostante, poiché elimina qualsiasi stoccaggio di clinker all'aperto, fonte di elevata polverosità dovuta alla movimentazione del materiale con pala e camion. Dal punto di vista economico lo stabilimento beneficerà di una sensibile riduzione dei costi di trasporto interno. Infine, la certezza sul metodo di conservazione del clinker prodotto favorirà un miglioramento della qualità dei nostri cementi.

24 settembre 2009

La linea più grande del gruppo

Nel mese di agosto, Buzzi Unicem USA ha avviato con successo lo stabilimento "River 7000", situato nell’area suburbana di St. Louis, Missouri. Si tratta di una nuova linea di produzione, la più grande del gruppo, che ha già raggiunto livelli di eccellenza quanto a consumi specifici di energia elettrica e combustibili.
Grazie alla dimensione delle sue macchine, River 7000 possiede una capacità di 2,3 milioni di ton/anno, contro gli 1,3 milioni di ton/anno dell'impianto preesistente, riducendo però l’impatto ambientale in modo significativo. La posizione della cementeria, sulle sponde del fiume Mississippi, rafforza ulteriormente la presenza di Buzzi Unicem USA lungo le principali vie fluviali del Midwest, portando a complessivi 4,5 milioni di tonnellate molto efficienti (comprese le cementerie di Cape Girardeau, MO e Chattanooga, TN, la capacità installata sull'acqua.

16 settembre 2009

ZAPA partner del Festival "Celebrazioni di Praga"

ZAPA beton ha contribuito alla realizzazione del primo Festival della capitale Ceca, uno degli eventi culturali e sociali più importanti di Praga durante il mese di giugno 2009. Il Festival è stato patrocinato dal Sindaco della capitale. Concerti, rappresentazioni teatrali, proiezioni di film, mostre e altro ancora hanno rallegrato tutta la città durante la rassegna. Smíchov, la spiaggia di Praga lungo il fiume Moldava, è stata il luogo scelto dallo staff di ZAPA per incontrare visitatori e curiosi, che hanno potuto ammirare da vicino una betoniera e una pompa per calcestruzzo, entrambe caratterizzate dall'inconfondibile impronta creativa dell'azienda.

ZAPA ha preparato dei libri da colorare per i più piccoli ed organizzato una gara di trasporto della sabbia per bambini e adulti. I partecipanti sono stati premiati con doni e dolci; i bambini hanno avuto la possibilità di farsi fotografare sia sulla betoniera sia sulla pompa. Le foto sono state stampate immediatamente e donate ai genitori a ricordo dell'evento.

06 agosto 2009

La parlamentare Kristina Köhler in visita al WDI di Wiesbaden

La parlamentare Kristina Köhler del partito CDU ha visitato l'Istituto Wilhelm Dyckerhoff (WDI) di Wiesbaden per seguire lo sviluppo di alcuni progetti innovativi realizzati da Dyckerhoff con finanziamenti del Ministero Federale dell'Istruzione e della Ricerca, per un ammontare di circa 1,2 millioni di euro.
Il Dr. Josef Strunge, direttore del WDI, ha spiegato alla Dr.ssa Köhler le potenzialità innovative della nanotecnologia applicata ai leganti idraulici, che permetterà di migliorare le performance ed allo stesso tempo di ridurre le emissioni di anidride carbonica.
Dall'inizio del 2009, Dyckerhoff è impegnata in cinque progetti finanziati: oltre al progetto “CarboBau”, relativo all’uso di nanotubi di carbonio, i ricercatori del WDI stanno lavorando alla formulazione di calcestruzzi ad altissima resistenza e costo sostenibile, alla funzionalizzazione delle superfici per migliorarne le proprietà fotocatalitiche, a cementi a basso fattore di emissione di CO2 ed a nuove tecnologie di produzione del calcestruzzo.

21 luglio 2009

Comprensione secondo Buzzi Unicem

Da qualche mese è partita sulla stampa specializzata la nuova campagna istituzionale Buzzi Unicem. La strategia di comunicazione adottata privilegia toni sobri e pacati ed è perfettamente in linea con il profilo che l’azienda, in 100 anni di storia, ha deciso di tenere.
La campagna è semplice, pulita e mostra un unico forte messaggio che emerge con vigore dall’unione di tutte le società del gruppo: Understanding (Comprensione).
Understanding, è la capacità di capire le persone che fanno parte del gruppo, di lavorare insieme creando sinergie che vanno al di là di barriere linguistiche e culturali. Understanding, è la voglia di ascoltare le idee e opinioni di tutti coloro che fanno parte della squadra, affinché la nostra sia una realtà viva, piena di colore ed entusiasmo.
A volte vengono usate troppe parole per costruire una campagna di comunicazione. A noi ne basta una.

10 luglio 2009

Apre al pubblico la cava di Kalkofen

Nell'ambito della Giornata Europea dei Minerali e del giorno del rispetto della natura dell'Assia, Dyckerhoff ha aperto, per la prima volta, la cava di Kalkofen a tutte le persone interessate.
Alla fine del 2005, Dyckerhoff chiuse la cava di Kalkofen facente parte dello stabilimento di Amöneburg - Wiesbaden. Da allora, in accordo con l'"Untere Naturschutzbehörde" (Autorità per il rispetto della natura locale), la zona è stata trasformata in un'area naturale protetta con geotopi. Questo nuovo tipo di recupero, prevede il mantenimento degli irti gradoni della cava; le rocce terziarie, non più disponibili nei dintorni, rimangono pertanto a vista per ricerche scientifiche. Inoltre, viene garantito un habitat ideale per la riproduzione di piante e animali.
Dopo tre anni e mezzo di recupero, la cava è stata nuovamente aperta. Gli esperti hanno invitato i visitatori a delle escursioni in cava, spiegando il concetto di recupero/sviluppo secondo la legge sulla protezione naturale.

26 giugno 2009

Il cemento va a scuola

Durante l'anno scolastico 2008/2009 Buzzi Unicem ha scelto di essere presente nelle scuole di Casale Monferrato (AL) con un progetto pilota basato sullo studio della chimica del cemento. Tale progetto didattico sperimentale è stato realizzato presso la scuola media Alighieri, Trevigi ed il liceo classico e scientifico Balbo (classi del quarto anno).
Nella prima settimana di dicembre 2008 lo staff responsabile del progetto ha presentato la proposta ai ragazzi, con una lezione introduttiva prettamente teorica: il cemento e il suo ciclo produttivo, dall’estrazione delle materie prime alla vendita del prodotto finito; il calcestruzzo e il suo utilizzo. E’ stata focalizzata l’attenzione soprattutto su tutti i processi chimici che stanno alla base non solo dell’idratazione del cemento, ma anche dei controlli di qualità, fino alla messa in opera del manufatto.

Nel mese di marzo 2009 una trentina di studenti di 3° media ha preso parte al laboratorio presso le scuole partecipanti, scoprendo alcuni elementi base della chimica del cemento. I ragazzi delle medie hanno definito la differenza tra miscuglio e soluzione, sperimentando le relative tecniche di separazione come ad esempio filtrazione, evaporazione e precipitazione; hanno determinato il pH di diverse soluzioni tramite indicatori liquidi e indicatori universali; hanno studiato le differenze tra aggregati silicei e aggregati calcarei, non solo dal punto di vista superficiale ma anche chimico; hanno infine valutato l'indice di durezza di alcuni materiali tra cui clinker, calcare e gesso.
Per i ragazzi del liceo la sperimentazione in laboratorio è stata assai più approfondita, con esperimenti eseguiti direttamente dagli studenti. Sono state eseguite prove di determinazione dei solfati in soluzione, tramite precipitazione del solfato di Bario e analisi qualitativa e quantitativa tramite lettura UV-VIS del Cromo presente in eluati di cemento ridotto e non con solfato stannoso.
Nel mese di maggio 2009 il progetto si è concluso con una visita allo stabilimento di Trino (VC), che ha permesso agli studenti di vivere direttamente la fase di macinazione del cemento, la verifica del controllo qualità, il confezionamento di un calcestruzzo e ancora alcuni esperimenti all'interno del laboratorio analisi.

11 giugno 2009

Dyckerhoff Polska alla premiazione Forbes Diamonds 2009

Dyckerhoff Polska si è classificata al terzo posto nella lista regionale del Premio Forbes Diamonds 2009, riferito alla categoria "grandi aziende" (fatturato superiore a 200 milioni PLN). Il concorso istituito dalla rivista economica Forbes (edizione polacca) premia quelle aziende che hanno aumentato il proprio volume d'affari negli anni 2005-2007.
La cerimonia ufficiale ha avuto luogo a Kielce, in occasione di un incontro conviviale a cui hanno partecipato i rappresentanti delle società selezionate. Per Dyckerhoff Polska era presente Adam Dec, Direttore Risorse Umane, al quale è stato consegnato il premio per conto dell'azienda.
La lista di Forbes Diamonds viene preparata sulla base del metodo svizzero di determinazione del valore delle aziende, prendendo in considerazione le performance finanziarie ed il capitale investito. Questo metodo permette di misurare il potenziale delle imprese, in particolare per quanto riguarda gli investimenti effettuati e la capacità di aumentare le proprie vendite e profitti. La classifica viene redatta in collaborazione con Dun & Bradstreet.

28 maggio 2009

La Provincia di Cuneo vince il "Premio Sfide 2009"

La provincia di Cuneo, grazie alle sinergie offerte dal nostro stabilimento di Robilante, ha vinto il "Premio Sfide 2009", per l'uso virtuoso del ciclo dei rifiuti.
Il Premio Sfide è un concorso riservato agli enti pubblici. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti, alla presenza del ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, si è svolta il giorno 11 maggio a Roma nell'ambito dei lavori del FORUM PA, la mostra-convegno dedicata all'innovazione nel settore pubblico. Il premio consiste in un'iniziativa promossa dal Dipartimento per lo Sviluppo delle Economie territoriali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, volta all'individuazione di progetti particolarmente innovativi di amministrazioni pubbliche. Lo scopo è quello di costruire una PA capace di raggiungere risultati efficienti, efficaci, verificabili e partecipati.
I partecipanti sono stati 91; 16 i vincitori, tra cui la Provincia di Cuneo col progetto "Gestione e valorizzazione energetica dei rifiuti in cementeria". La Provincia di Cuneo, non potendosi permettere un termovalorizzatore, ha utilizzato i forni della cementeria di Robilante, che hanno bruciato al posto del carbone 42.000 ton di combustibile derivato dai rifiuti, con un risparmio di oltre 80.000 tonnellate di anidride carbonica emesse in atmosfera nel biennio 2007-2008.

20 maggio 2009

In USA premio per l'innovazione a Greencastle

Lo stabilimento di Greencastle, IN ha ricevuto il premio Cement Industry Energy and Environment Award 2009 per l'innovazione.
Il premio, giunto alla sua ottava edizione, è sponsorizzato dalla PCA (Portland Cement Association) e dalla rivista Cement Americas.
I riconoscimenti sono stati assegnati a cinque aree: risultati ambientali, gestione del territorio, progettazione partecipata, innovazione e efficienza energetica.
Il premio per l'innovazione 2009 è stato conferito allo stabilimento di Greencastle per la progettazione di un sistema per il trattamento degli scarti di fonderia SPL (Spent Pot Liner), utilizzabili come combustibile alternativo.

Greencastle è l’unico impianto che utilizza questi materiali nel processo di produzione del cemento.
Sulla scia del successo ottenuto per il progetto SPL, la cementeria sta attualmente valutando la possibilità di impiegare altri materiali di scarto di difficile gestione, come combustibile. Lo stabilimento è alla continua ricerca di metodi che permettano di ampliare il sistema e sfruttare i vantaggi derivanti dal riutilizzo di altri materiali, riducendo così le quantità di rifiuti prodotti e messi in discarica, limitando al tempo stesso il consumo di combustibili fossili, altrimenti necessari nel processo di produzione del cemento ad alte temperature.

30 aprile 2009

Online il Bilancio di Sostenibilità 2008

Lo scorso 28 Aprile è stato presentato all'assemblea degli azionisti il Bilancio di Sostenibilità 2008.
Esso illustra le performance sociali, ambientali ed economiche connesse alle attività svolte dal gruppo durante il 2008, in linea con l'approccio consolidato nel corso degli ultimi anni. La struttura ed i contenuti seguono la logica della continuità, registrando nel 2008 un affinamento del sistema di reporting ed il raggiungimento del massimo livello di applicazione A+ secondo il GRI (Global Reporting Initiative).
Questo risultato è da considerare come un concreto riconoscimento dell'impegno dedicato ad evolvere sia il contenimento degli impatti ambientali sia il consolidamento e lo sviluppo dei rapporti con i nostri portatori di interesse. Inoltre, l'anticipazione dei tempi di pubblicazione ed il concept di comunicazione condiviso con il bilancio consolidato, consente di ritenere la sostenibilità come un tema materiale all'azienda. Il bilancio di sostenibilità viene stampato in tre lingue: italiano, inglese e tedesco.

30 aprile 2009

Un contributo per la formazione a Buzzi Unicem USA

I rappresentanti della Workforce Solutions of West Central Texas Board, entità governativa non profit impegnata nello sviluppo di programmi indirizzati alla formazione ed all'aggiornamento delle risorse umane, hanno attribuito un contributo di $38.000 allo stabilimento di Maryneal, TX nell’ambito del Workforce Investment Fund. Buzzi Unicem USA utilizzerà la somma per finanziare la formazione di trentasei dipendenti. I corsi di addestramento sono finalizzati all'arricchimento professionale di manager e quadri, con particolare attenzione al lavoro di squadra e alla comunicazione. Buzzi Unicem USA è orgogliosa di aver raggiunto questo ambizioso obiettivo, che consentirà la formazione del proprio personale su temi importanti, anche se diversi da quelli ordinari.
L’addestramento ha avuto inizio nel febbraio 2009, sotto la direzione del Texas State Technical College di Sweetwater. A tutt’oggi gli argomenti trattati hanno riguardato: "Capacità di ascolto", "La comunicazione elettronica", "I principi base della collaborazione sul posto di lavoro", "Molestie sessuali/Pari opportunità ed etica professionale", "Violenza sul posto di lavoro" e "Il leader in ciascuno di noi”. I corsi proseguiranno fino alla fine dell’anno.

22 aprile 2009

Cimalux e lo smaltimento dei rifiuti

Gli stabilimenti Cimalux di Rumelange ed Esch-sur-Alzette hanno ricevuto l'etichetta di qualità SuperDrecksKëscht® fir Betriber, quale riconoscimento della loro efficienza nella gestione dei rifiuti.
I piani nazionali di gestione dei rifiuti e di sviluppo sostenibile dello stato del Lussemburgo richiedono l'adozione di un comportamento rispettoso dell'ambiente, con il minimo dispendio di energia e risorse, da parte di tutte le figure operanti nel settore. SuperDrecksKëscht® fir Betriber, un'iniziativa congiunta del Ministero dell'Ambiente e della Chambre des Métiers (Camera dell'Artigianato), risalente al 1992, si prefigge questo  obiettivo, fornendo a tutte le aziende il supporto necessario per una corretta gestione dei rifiuti, compatibile con l'ambiente, concentrandosi sulle questioni principali di prevenzione, riduzione, riciclaggio e smaltimento.
L'etichetta di qualità SuperDrecksKëscht® fir Betriber, assegnata dal Ministero dell'ambiente e dalla Chambre des Métiers, è sinonimo di garanzia nella gestione ecologica dei rifiuti da parte delle aziende.
La conformità ai criteri dell'etichetta viene controllata annualmente e confermata mediante un certificato. Un'azienda che soddisfi i requisiti dell'etichetta di qualità per 5 anni consecutivi, riceverà un diploma, volto a sottolinearne la responsabilità e l'impegno ambientali, e sarà successivamente sottoposta a verifica solo ad anni alterni.

06 aprile 2009

Dyckerhoff Weiss® alla fiera BAU 2009

Dyckerhoff AG ha partecipato all’edizione 2009 della fiera BAU con il marchio Dyckerhoff Weiss® ed il nuovo logo aziendale di colore blu. Lo stand, disposto su una superficie di 200 m2 e pavimentato con piastre in "calcestruzzo a specchio", ha garantito ai visitatori un’esauriente panoramica sul completo portafoglio prodotti e sulle relative applicazioni, nonché sulle possibilità creative e architettoniche offerte da Dyckerhoff Weiss® ad appaltatori, progettisti e utilizzatori.
Le prestazioni del cemento bianco e dei moderni leganti ad alto rendimento, come Dyckerhoff Flowstone®, sono state illustrate agli ospiti anche con l’ausilio di alcuni pezzi da esposizione, quali: "l’uovo da bagno" di Michael Dorrer - una vasca da bagno in calcestruzzo a forma di uovo - e il nastro di Möbius di Marian Kuchár - un nastro, intrecciato e con una torsione longitudinale di 180° che non ha né sopra né sotto, né dentro né fuori. Con la presentazione di questi capolavori, realizzati  presso l'istituto Ferdinand von Steinbeis, Dyckerhoff sottolinea ancora una volta il proprio impegno costante nell'attività formativa delle nuove leve del settore del calcestruzzo, all’insegna di qualificazione e aggiornamento.
Le più recenti opere realizzate con Dyckerhoff Weiss® nell’ambito dell’architettura contemporanea, improntata all’impiego di calcestruzzo, spaziano dalla caserma dei vigili del fuoco di Colonia e il centro municipale di Mannheim, al teatro di stato di Darmstadt e la Weisses Haus di Stoccarda, fino al museo d’arte Kolumba di Colonia e la scuola di Riedelbach. Tutte soluzioni eccellenti dal punto di vista tanto tecnico quanto architettonico, che hanno messo in evidenza la particolare efficienza dei cementi bianchi Dyckerhoff.

26 gennaio 2009

Ampliamento dell'aeroporto di Cuernavaca

Lo scorso 15 gennaio 2009 , il Presidente della Repubblica del Messico, Felipe Calderón, ha deposto la prima pietra dell’opera di modernizzazione dell’Aereoporto di Cuernavaca, Morelos, per elevarlo alla categoria “internazionale”.
A costruire quest’opera è stato chiamato il gruppo edilizio Avanzada Tecnica Constructiva, SA de CV, cliente della nostra collegata Concretos Moctezuma.
L’evento è stato presidiato oltre che dal Presidente Calderón, dal governatore dello stato di Morelos, Marco Antonio Adáme Castillo, dal Segretario della Comunicazione e dei Transporti,  Luis Téllez, e dal Presidente della Municipalità, Javier Orihuela.
Per Corporación Moctezuma erano presenti Pedro Carranza Andresen e Manuel Rodriguez Lomeli.

I lavori di modernizzazione prevedono nella prima fase: un nuovo terminale da 5.000 mq, una nuova pista per consentire l’atterraggio di aerei di grandi dimensioni quali il Boeing 767, la torre di controllo, un nuovo parcheggio di oltre 15.000 mq, capace di ospitare oltre 300 automobili, ed una piattaforma di 17.000 mq per l’aviazione commerciale. Il numero di passeggeri dovrebbe passare dagli attuali 100.000 a oltre 500.000 / anno.
Concretos Moctezuma fornirà 1.000 mc di calcestruzzo con tre diverse classi di resistenza. L'intero progetto, da svolgersi in due fasi, costerà oltre 460 milioni di pesos.
L'aeroporto di Cuernavaca "Mariano Matamoros" si trova a soli 10 Km da Tepetzingo, dove ha sede la nostra collegata Corporación Moctezuma.