Elementi Navigazione

2019

07 febbraio 2019

Buzzi Unicem incontra gli studenti

Il 15 gennaio scorso, presso l’Istituto Comprensivo di Lugagnano Val d’Arda (Piacenza), Buzzi Unicem ha presentato ai giovani allievi della scuola il tema “I ponti”.
Fabio Bellantoni (Sviluppo Applicazioni di Unical) ha preso spunto da eventi recenti e storici, anche tragici, per evidenziare come i ponti, alla stregua di qualsiasi altra opera, debbano, nel tempo, essere necessariamente sottoposti a interventi di manutenzione ed essere rivalutati all’insegna dei cambiamenti normativi e legislativi, sulla scia delle scoperte e innovazioni tecniche degli anni successivi.
Lo scopo della giornata era quello di fornire qualche strumento di analisi critica in più agli studenti, per poter meglio comprendere perché spesso non sia semplice o immediato individuare le ragioni di certi eventi e decidere se sia giusto o meno parlare di errori umani o si possano addirittura individuare atteggiamenti colposi.

I ragazzi hanno apprezzato l’intervento e hanno dimostrato il loro interesse rivolgendo al relatore numerose domande.
Buzzi Unicem è lieta di partecipare ad eventi di questo genere, che sono tra i metodi migliori per trasmettere, in maniera semplice ed esaustiva, le informazioni tecniche e scientifiche necessarie per una corretta interpretazione delle diverse tematiche.

06 febbraio 2019

Adesione al Concrete Sustainability Council (CSC)

Da gennaio 2019, Dyckerhoff è entrata a far parte del Concrete Sustainability Council (CSC).  Il CSC è un ente indipendente, costituito nel novembre del 2016, per volontà di una serie di aziende, associazioni ed istituzioni attive nel settore del calcestruzzo a livello internazionale, per promuovere un nuovo schema di certificazione, sviluppato in collaborazione con enti non governativi e numerosi stakeholders, in grado di ‘misurare’ il livello con il quale l’azienda produttrice di calcestruzzo opera in modo responsabile.
Questa misura avviene tramite uno ‘score’ (bronzo, argento, oro) che un ente di valutazione terzo attribuisce in base ad una serie di requisiti minimi che devono essere verificati e che prendono in esame gli impatti economici ed ambientali non solo degli impianti di produzione del calcestruzzo ma di tutta la catena di fornitura. L’obiettivo principale è quello di dimostrare che il calcestruzzo e i suoi componenti, incluso il cemento, sono assolutamente compatibili con uno sviluppo sostenibile.

Il valore della certificazione CSC è già oggi riconosciuta dai più avanzati sistemi di rating di sostenibilità degli edifici come quelli stabiliti dal Leadership in Energy and Environmental Design (LEED), dal Building Research Establishment Environmental Assessment Method (BREEAM) e dal German Sustainable Building Council (DGNB) e dalle procedure di ‘green public procurement’ di molte amministrazioni.

Da Aprile 2018 tutti gli impianti di calcestruzzo nei Paesi Bassi) e tutte le cementerie in Germania, con Lengerich prima cementeria nel paese, avevano già ottenuto la certificazione CSC (Silver level). Con l’adesione al CSC, il gruppo va oltre la semplice applicazione del sistema di certificazione. Vuole contribuire in prima persona al suo sviluppo e a far si che esso acquisti sempre più valore ed efficacia.

30 gennaio 2019

Giovani studenti al concorso ENERSOL 2019

Gli studenti della scuola superiore di Pardubice, in Repubblica Ceca, hanno deciso di partecipare al concorso internazionale ENERSOL 2019 con una presentazione sul calcestruzzo drenante ZAPA DROP. Scopo del concorso è quello di sensibilizzare i ragazzi su temi quali il risparmio energetico, le risorse rinnovabili e la riduzione delle emissioni derivanti dal traffico veicolare. 
Da anni ZAPA beton collabora attivamente con le scuole superiori e università locali, sviluppando progetti che prevedono sia attività di informazione in aula, sia visite agli impianti di produzione. I corsi di formazione comprendono approfondimenti su tecniche di getto, su caratteristiche e vantaggi dei prodotti speciali e prove in laboratorio. Durante gli incontri, i tecnici, i responsabili di impianti e i venditori ZAPA hanno avuto la possibilità di conoscere gli studenti delle scuole di Kladno, České Budějovice, Pardubice, Liberec, Brno, Hodonín, Valašské Meziřící e Šumperk.